di Alessio Bonaffini 
ispirato a Jean-Paul Sartre
diretto e interpretato da Alessio Bonaffini
Produzione Gigi Spedale per Nutrimenti Terrestri in collaborazione con LATITUDINI


Note di regia

EROSTRATO è un caso clinico, una specie di Roquentin impazzito per eccesso di lucidità. 
Questo personaggio dostoevskiano, voyeur, masochista e paranoico, esprime forse più a fondo di ogni altro la profonda repulsione di Sartre per ogni forma di malafede, cioè il modo in cui gli uomini recitano la commedia sociale quando entrano “nell’esercito delle loro funzioni”.  Erostrato coinvolge nel suo rifiuto la dimensione stessa della socialità e dei rapporti umani fino all’estreme conseguenze del nichilismo distruttivo e autodistruttivo.


Galleria